News

    • Maternità: dimissioni per motivi familiari
      Maternità: dimissioni per motivi familiari
      In caso di interruzione volontaria del rapporto di lavoro si ha diritto all’indennità di disoccupazione e al pagamento del “mancato preavviso”? Il patronato 50&PiùEnasco affronta la questione con un approfondimento, indicando anche la prassi da seguire per le lavoratrici madri. DOMANDA:Sono assunta a tempo indeterminato (5° livello con contratto del commercio) ed ora mi trovo
      leggi di più
    • La disoccupazione per chi ha lavorato all’estero
      La disoccupazione per chi ha lavorato all’estero
      La prestazione ha una durata di 180 giorni e può essere richiesta in qualsiasi momento. L’importo dell’assegno è stabilito annualmente da appositi decreti ministeriali La disoccupazione per i rimpatriati è una prestazione a sostegno del reddito che può essere richiesta da tutti coloro i quali hanno svolto un periodo di lavoro all’estero.Questa prestazione spetta ai
      leggi di più
    • Part-time ciclico: i contributi vanno considerati sull'anno
      Part-time ciclico: i contributi vanno considerati sull’anno
      La Corte di Cassazione con una nuova ordinanza ribadisce l’inclusione nel calcolo dell’anzianità contributiva anche i periodi non lavorati Sulla vicenda del part-time ciclico la Cassazione si è espressa più volte, ribadendo che non può esserci un trattamento previdenziale diverso tra chi, per specifiche caratteristiche del lavoro, svolge l’attività secondo l’orario complessivo del full time,
      leggi di più
    • Lavoratori autonomi: malattia o infortunio stop al versamento dei contributi
      Lavoratori autonomi: malattia o infortunio stop al versamento dei contributi
      Chi svolge lavoro autonomo può sospendere il versamento dei contributi  se in caso di malattia o un infortunio grave, non può proseguire l’attività per oltre 60 giorni. Le istruzioni operative nella circolare Inps. I lavoratori autonomi ed i lavoratori che hanno un contratto di co.co.co., hanno la facoltà di poter sospendere il versamento obbligatorio dei contributi previdenziali
      leggi di più
    • Pensione casalinghe Inps
      Pensione casalinghe Inps, come funziona?
      Tutti i requisiti per iscriversi al Fondo di previdenza casalinghe, la domanda, i contributi minimi da versare per il 2018 e la deducibilità fiscale. La pensione casalinghe dell’INPS è stata istituita nel 1997 per salvaguardare coloro che si dedicano alla cura della casa e della famiglia a tempo pieno, senza essere pagate o retribuite in alcun modo.
      leggi di più
    • Libretto di Famiglia e contributi fantasma
      Libretto di Famiglia e contributi “fantasma”
      Per le prestazioni di lavoro occasionale previste dal Libretto di Famiglia, è necessaria l’iscrizione alla Gestione separata Inps. Solo così il lavoratore potrà tenere sotto controllo la propria situazione contributiva e beneficiare di tutte le prestazioni di cui ha bisogno. Il Libretto di Famiglia, introdotto da oltre un anno, permette di svolgere prestazioni di lavoro
      leggi di più
    • Enasarco: le prestazioni integrative per il 2018
      Enasarco: le prestazioni integrative per il 2018
      Gli agenti e rappresentanti di commercio possono beneficiare di 15 prestazioni integrative: dal contributo per nascita o adozione a quello per l’acquisto di libri scolastici, dal contributo per i pensionati in casa di riposo all’erogazione straordinaria per infortunio, ricoveri o spese mediche. Attenzione, perché per la richiesta di alcune prestazioni la scadenza è imminente. Anche
      leggi di più
    • Fondo di garanzia INPS
      Fondo di garanzia INPS
      Il caso di una dipendente che ha perso il posto di lavoro, causa l’attuale crisi economica, e fa richiesta del suo T.F.R e delle ultime tre mensilità della retribuzione all’Inps, che si sostituisce all’impresa. DOMANDA La mia azienda è fallita e quindi avendo perso il posto di lavoro, ho fatto domanda stamattina all’Inps per il
      leggi di più
    • Cosa fare in caso di infortunio extralavorativo
      Cosa fare in caso di infortunio extralavorativo?
      Se il fatto è causato da terzi, l’Inps si avvale delle azioni di rivalsa/surroga nei confronti di chi ha provocato il danno e della sua assicurazione. Non bisogna accettare somme dall’assicurazione prima che l’Inps eserciti la sua rivalsa. Ti spieghiamo perché. In caso di infortunio extralavorativo causato da fatti dolosi o colposi di terzi e, in particolare,
      leggi di più
    • Contribuzione erroneamente versata alla Gestione Separata
      Contribuzione erroneamente versata alla Gestione Separata
      Che fare se i contributi finiscono in una cassa di previdenza diversa? E’ possibile risolvere grazie al trasferimento diretto. Lo chiarisce l’Inps in una circolare. L’Inps, con la circolare n. 45 del 2018, fornisce le istruzioni per il trasferimento diretto di contributi versati erroneamente in casse diverse. Inoltre, specifica in quali casi è possibile il
      leggi di più
    • Lavoratori autonomi: congedo parentale Inps
      Congedo di paternità 2018
      Quattro giorni di congedo dal lavoro obbligatorio per i papà dipendenti, più uno di congedo facoltativo, alternativo al congedo di maternità della madre, da fare entro e non oltre il 5° mese di vita del bambino. Ecco che cosa è previsto per i neopapà nel 2018. E’ l’articolo 4, comma 24, lettera a), legge 28
      leggi di più
    • I lavoratori parasubordinati hanno diritto all’assegno al nucleo familiare
      I lavoratori parasubordinati hanno diritto all’assegno al nucleo familiare?
      Condizione essenziale è essere iscritti alla gestione separata Inps ed avere un determinato limite di reddito. Ecco come funziona. Gli Assegni per il nucleo familiare, ANF, non spettano soltanto ai lavoratori dipendenti ma anche a quelli parasubordinati iscritti alla Gestione separata. La legge n. 449/1997 ha esteso, come per i lavoratori dipendenti, il diritto all’assegno familiare anche
      leggi di più
    • recupero somme Inps
      Inps: prestazioni non dovute e recupero delle somme
      Fino a quando l’Inps può chiedere la restituzione di quanto erogato per una prestazione ricevuta indebitamente per superamento del limite di reddito? Sulla questione si sono espresse bene due sentenze. Secondo la Corte di Cassazione esiste un limite oltre il quale l’Inps non può più chiedere le somme in dietro. Il Tribunale di Roma ha
      leggi di più
    • Chi deve iscriversi alla gestione speciale dei commercianti
      Chi deve iscriversi alla gestione speciale dei commercianti?
      Sono tenuti all’iscrizione i titolari o gestori che esercitano in forma abituale e prevalente una attività commerciale. Sono interessati anche i parenti e affini entro il 3° grado. Se invece si tratta di una società? L’obbligo assicurativo rimane. Chi continua a lavorare dopo la pensione è tenuto a versare i contributi, con lo “sconto”, però.
      leggi di più