Quattordicesima pensionati 2022: a chi spetta e quanto?

Dal 1° luglio l’Inps corrisponderà a pensionati e dipendenti la cosiddetta “quattordicesima” ovvero quella somma aggiuntiva annuale prevista dalla Legge 127/2007.

La quattordicesima mensilità è una somma aggiuntiva corrisposta dall’Inps ai dipendenti e ai pensionati con almeno 64 anni di età che soddisfano precisi requisiti reddituali, generalmente insieme alla mensilità di luglio (o di dicembre).

Introdotta per legge nel 2007, è stata successivamente modificata dalla Legge di Bilancio 2017, che ha introdotto una sostanziale novità: la quattordicesima sarà erogata anche ai pensionati con un reddito compreso tra 10.224,83 euro e 13.969,10 euro annui (tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo).

Per i pensionati che superano i 13.969,10 euro, la nuova riforma prevede un importo aggiuntivo parziale fino a concorrenza del predetto limite maggiorato.

Quattordicesima pensionati: tabelle aggiornate 2022

Nel dettaglio, per coloro che hanno un reddito inferiore alla soglia di 10.224,83 euro (1,5 volte il trattamento minimo 2022), la quattordicesima di luglio sarà pari a:

LAVORATORI DIPENDENTI LAVORATORI AUTONOMI IMPORTO QUATTORDICESIMA
fino a 15 anni di contributi fino a 18 anni di contributi 437,00 euro
tra i 15 e i 25 anni di contributi tra i 18 e i 28 anni di contributi 546,00 euro
oltre i 25 anni di contributi oltre i 28 anni di contributi 655,00 euro

Sopra i 10.224,83 euro, la quattordicesima spetta in misura parziale. Nel dettaglio, la tabella è la seguente:

LAVORATORI DIPENDENTI LAVORATORI AUTONOMI REDDITO COMPRESO TRA FORMULA PER CALCOLO IMPORTO QUATTORDICESIMA
fino a 15 anni di contributi fino a 18 anni di contributi Da 10.224,83 a 10.325,83 (10.661,83 – Reddito personale)
tra i 15 e i 25 anni di contributi tra i 18 e i 28 anni di contributi Da 10.224,83 a 10.350,83 (10.770,83 – Reddito personale)
oltre i 25 anni di contributi oltre i 28 anni di contributi Da 10.224,83 a 10.375,83 (10.879,83 – Reddito personale)

Tra le 1,5 e le 2 volte il trattamento minimo, quindi per un importo compreso tra 10.325,83 e 13.663,10 euro, gli importi della quattordicesima sono:

Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi Importo quattordicesima
fino a 15 anni di contributi fino a 18 anni 336,00 euro
tra i 15 e i 25 anni di contributi tra i 18 e i 28 anni di contributi 420,00 euro
oltre i 25 anni di contributi oltre i 28 anni di contributi 504,00 euro

Sopra i 13.663,10 la quattordicesima spetta in misura parziale, così calcolata:

LAVORATORI DIPENDENTI LAVORATORI AUTONOMI REDDITO COMPRESO TRA FORMULA PER CALCOLO IMPORTO QUATTORDICESIMA
fino a 15 anni di contributi fino a 18 anni di contributi Da 13.663,10 a 13.969,10 (13.969,10 – Reddito personale)
tra i 15 e i 25 anni di contributi tra i 18 e i 28 anni di contributi Da 13.663,10 a 14.053,10 (14.053,10 – Reddito personale)
oltre i 25 anni di contributi oltre i 28 anni di contributi Da 13.663,10 a 14.137,10 (14.137,10 – Reddito personale)

 

I requisiti per ottenere la quattordicesima sono:

  • di tipo economico, in quanto la pensione deve rientrare in determinate soglie;
  • di età, in quanto la quattordicesima spetta solo dopo aver compiuto i 64 anni.

La somma aggiuntiva, spetterà ai pensionati che hanno compiuto e compiranno 64 anni al 31 luglio, i quali hanno un reddito complessivo individuale annuo fino a 13.049,14 euro. Nel conteggio non è importante il reddito del coniuge né i beni che non danno reddito. Nella determinazione del reddito infatti, è rilevante il solo reddito personale composto dalla stessa pensione e dai redditi di qualsiasi altra natura, anche quelli sottoposti a imposta sostitutiva con l’esclusione di:

  • trattamenti di famiglia
  • indennità di accompagnamento
  • reddito della casa di abitazione
  • trattamenti di fine rapporto
  • competenze arretrate
  • pensioni di guerra
  • indennità per i ciechi parziali
  • indennità di comunicazione per i sordomuti

Le pensioni interessate dalla quattordicesima, devono essere erogate dall’Inps, con l’AGO, Assicurazione Generale Obbligatoria o con delle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della stessa (ex-INPDAP – ex-ENPALS)

Le pensioni sulle quali spetta la quattordicesima sono:

  • pensioni di anzianità
  • pensioni di vecchiaia
  • pensioni anticipate
  • pensioni di invalidità e di inabilità
  • pensioni ai superstiti.

Le pensioni escluse dal diritto alla quattordicesima sono invece:

  • pensioni di invalidità civile
  • pensione o assegno sociale
  • pensioni di guerra
  • rendite Inail.

Come si richiede la quattordicesima su pensione?

L’Inps provvederà a corrispondere la quattordicesima insieme alla pensione di luglio a condizione che il pensionato abbia compiuto, entro il 31 luglio 2022, 64 anni di età. Chi invece compirà gli anni nel secondo semestre del 2022 riceverà l’assegno a dicembre.

L’assegno sarà erogato “in via provvisoria sulla base dei redditi presunti” sottoposto a verifiche in seguito alle informazioni sui redditi 2021 pervenute tramite le varie dichiarazioni.

L’accredito sarà automatico, vale a dire che nessun pensionato dovrà fare alcunché per riceverlo. Se però per errore la quattordicesima non dovesse arrivare, magari a causa di un errore sulla presunzione di reddito dell’Inps, il soggetto dovrà provvedere all’invio dell’apposita richiesta all’ente previdenziale in maniera autonoma o rivolgendosi ad un Patronato.
Una volta effettuate le dovute verifiche, l’Istituto provvederà a sanare l’errore.

Per approfondimenti in merito all’argomento trattato e per qualsiasi informazione di natura previdenziale, è possibile rivolgersi alle sedi del Patronato 50&PiùEnasco.

Potrebbe interessarti anche

Hai bisogno di consulenza e assistenza previdenziale?
diritti inespressi