contributi versati controlli

Estratto conto Enasarco. Ecco come verificare l’esattezza dei contributi versati

10 Ottobre 2019

La consultazione è possibile solo on-line ed è aggiornata al 31/12 dell’anno precedente. Cosa fare in caso di contestazioni.

A cura di 50&PiùEnasco

Da alcuni anni la Fondazione Enasarco non invia più tramite posta agli agenti rappresentati iscritti all’Enasarco l’estratto della contribuzione versata nell’anno precedente dalla ditte mandanti.

La consultazione dell’estratto è però possibile on-line nella sezione “storico deleghe”.

Infatti il regolamento della Fondazione Enasarco indica, in modo specifico, all’articolo 4, comma 4 che: «Nel quadrimestre successivo all’approvazione del bilancio consuntivo, la Fondazione mette a disposizione di ciascun agente un riepilogo della sua posizione previdenziale aggiornata con i contributi pervenuti entro il 31 dicembre dell’anno precedente. Entro la stessa data la Fondazione mette a disposizione di ciascun preponente un riepilogo dei contributi versati. L’eventuale contestazione di tali riepiloghi deve pervenire, a pena di decadenza, entro sei mesi; decorso tale termine i riepiloghi dei contributi accreditati s’intendono approvati».

Ma che cosa è l’estratto conto?
È un riepilogo annuale che certifica:

  • la posizione previdenziale degli agenti;
  • la contribuzione versata dalle ditte mandanti.

L’estratto conto è aggiornato al 31 dicembre dell’anno precedente pertanto al 31/12/2018. Quindi ecco cosa contiene:

  • il saldo dell’estratto conto precedente,
  • i versamenti che sono stati contabilizzati nel corso dell’anno a cui si riferisce l’estratto conto, compresi quelli pervenuti in precedenza e accreditati o regolarizzati in ritardo,
  • le liquidazioni del fondo Firr,
  • per le ditte mandanti sono indicati anche gli addebiti accertati dalla Fondazione per pagamenti ritardati od omessi e i versamenti effettuati in forma rateale,
  • una legenda con tutti i dettagli delle voci.

La mancata registrazione di un contributo
Si ricorda che la mancata registrazione, totale o parziale, di un contributo potrebbe essere causata da un problema legato all’abbinamento per difformità tra versamenti e distinte di ripartizione, da pagamenti effettuati in ritardo oppure omessi.
Inoltre gli importi versati dopo il 31 dicembre, come l’accantonamento Firr, vengono registrati nell’estratto conto dell’anno successivo.

In evidenza
La contestazione dell’estratto conto quando è possibile
L’eventuale contestazione deve essere comunicata entro sei mesi dalla pubblicazione dell’estratto conto nell’area riservata. Trascorso questo periodo, i riepiloghi dei contributi accreditati si intendono approvati, come previsto dal regolamento in vigore.
Per segnalare eventuali inesattezze o incongruenze è possibile:

– chiamare il Contact Center al numero 199.30.30.33 (dal lun. al ven. dalle 8.30 alle 19)
– scrivere una mail all’indirizzo help.agenti@enasarco.it o help.aziende@enasarco.it

L’estratto conto è solitamente disponibile nel mese di ottobre di ogni anno.
La sua pubblicazione segue di circa 4 mesi l’approvazione del bilancio consuntivo che la Fondazione Enasarco approva entro il mese di giugno.

Il Patronato 50&PiùEnasco è a disposizione per fornire un controllo della posizione versata presso la Fondazione Enasarco e fornire l’assistenza necessaria per rilevare eventuali incongruenze o vuoti contributivi.