Indennità di disoccupazione agli iscritti della Gestione Separata (ISCRO)

L’Indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa (Iscro) è una misura a sostegno del reddito prevista, in via sperimentale per il triennio 2021-2023, per gli iscritti alla gestione separata dell’Inps, che abbiano subìto un calo del reddito rispetto agli anni precedenti.

I beneficiari della prestazione devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • titolarità di partita IVA da almeno 4 anni;
  • essere in regola con il versamento dei contributi;
  • aver dichiarato nell’anno precedente la domanda un reddito inferiore al 50% della media dei redditi dei tre anni precedenti e non superiore a 8.145 euro (rivalutato nel tempo);
  • non essere assicurati presso altre forme previdenziali obbligatorie;
  • non essere titolari di trattamento pensionistico diretto;
  • non essere beneficiari di reddito di cittadinanza.

La misura della prestazione è pari al 25% dell’ultimo reddito certificato dall’Agenzia delle entrate. L’importo è compreso tra 250 e 800 euro mensili.

La domanda ISCRO può essere presentata una sola volta nel triennio 2021-2023. La richiesta deve essere effettuata entro il 31 ottobre dell’anno di riferimento. La prestazione viene erogata dal giorno successivo alla presentazione della domanda per sei mensilità.

L’erogazione del beneficio è accompagnata dalla partecipazione a percorsi di aggiornamento professionale. La percezione dell’indennità non dà diritto all’accredito di contribuzione figurativa.

 

Il Patronato 50&PiùEnasco offre assistenza per valutare il diritto all’indennità di disoccupazione ai lavoratori iscritti alla Gestione Separata (ISCRO) e per l’inoltro della domanda all’Inps.

Potrebbe interessarti anche

Hai bisogno di consulenza e assistenza previdenziale?
diritti inespressi
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.